Terrapiattisti vs antivaccinisti: chi vince?

Se qualche lettore crede che esageri associando chi crede che la terra sia piatta a chi non vuole vaccinare i propri figli per paura che sviluppino l’autismo, si sbaglia. Gli errori logici e i meccanismi mentali alla base dei due fenomeni sono sostanzialmente gli stessi. Se gli antivaccinisti sono più numerosi dei terrapiattisti è solo perché tutti, prima o poi, veniamo posto di fronte alla problematica “vaccini”, mentre solo pochi nella vita hanno l’avventura di porsi domande sulla forma del nostro Pianeta. E’ solo un problema, direbbe un epidemiologo, di frequenza di esposizione.

Pochi giorni fa, sul prestigioso Annals of Internal Medicine, è stata pubblicata l’ennesima ricerca che smentisce il legame fra vaccini ed autismo. Lo studio è stato svolto analizzando i dati di una coorte di oltre 650.000 bambini danesi: oltre 5.000.000 di anni/persona di follow-up!

Serviva? Forse. Avremo un articolo in più da linkare quando i soliti genitori dubbiosi ci faranno le solite domande.

Servirà a far cambiare idea agli antivaccinisti convinti? No: certamente no.

E qui arriva il parallelo con i terrapiattisti. In un film-documentario recentemente prodotto e distribuito da Netflix (Behind the Curve) si riporta una serie di interviste ai leader dei movimenti terrapiattisti americani che mostrano le loro ipotesi e le ricerche fatte per provarle.

Un passaggio del documentario è particolarmente interessante e lo potete visionare a questo link. Uno dei teorici della terra piatta mostra i risultati di un esperimento condotto con una sofisticata attrezzatura (un giroscopio laser) del costo di 20.000$ (pagati con le collette dei sostenitori!) che ha effettivamente mostrato l’attesa “inclinazione” di 15° in un ora legata della rotazione della Terra. Lo “scienziato” candidamente non nasconde il risultato, semplicemente commenta che a questo punto serve raccogliere altri soldi per ripetere l’esperimento in una nonsochediavolo di camera isolata che impedirebbe l’influenza di nonsochediavolo di raggi cosmici che, a suo dire, solo il vero motivo della inclinazione del giroscopio.

Vi ricorda nulla? Un recente post sul sito del CORVELVA pubblica i risultati delle loro ultime analisi condotte su diversi vaccini per ricercare i famosi metalli pesanti. Ebbene, le analisi dimostrano che le fiale analizzate contengono alluminio nelle dosi riportate in etichetta e NESSUN altro metallo leggero o pesante che sia evidenziabile con le soglie di determinazione dell’apparecchio che, a dire degli stessi autori, è “la tecnica di spettroscopia atomica più sensibile ed è quindi idonea all’analisi quali-quantitativa di elementi in tracce”.

Capitolo chiuso sui metalli nei vaccini? Niente affatto. L’articolo conclude dicendo “andremo ad analizzare i campioni con una tecnologia più sensibile solo i metalli che hanno dato un segnale certo”.

Certo, vogliono essere sicuri che i raggi cosmici non abbiano interferito con i risultati dell’analisi. E la colletta continua.

 

About the Author

PL Lopalco
Sono professore di Igiene e Medicina Preventiva presso l'Università di Pisa. Sono un epidemiologo, esperto di politiche vaccinali e medicina basata sulle evidenze. Ho vissuto per 10 anni a Stoccolma dove ho lavorato come responsabile del programma delle malattie prevenibili da vaccini e poi come capo della sezione per la valutazione scientifica nel Centro Europeo per la Prevenzione ed il Controllo delle Malattie (ECDC).

9 Comments on "Terrapiattisti vs antivaccinisti: chi vince?"

  1. Ma io volevo donare, ma non ho trovato il tasto “dona”!! 😀

  2. PS: devi passare a https. Mi dai sempre segnale di pericolo.

    • …se sapessi come si fa

      • Chiedi a chi ti gestisce il sito. Di solito lo fanno loro per te 😉

        • allora me lo dovrò chiedere la prossima volta che sono davanti ad uno specchio 🙂

          • Chiedi al chi dà il dominio e/o ti fa l’hosting. Al massimo ti daranno un tutorial. Inoltre, basta che gugoli e trovi un sacco di gente che te lo fa (appagare…). Il problema è che se non lo fai il tuo sito non si potrà più aprire da un sacco di piattaforme e dispositivi. 🙁

          • PL Lopalco | 9 marzo 2019 at 16:04 |

            capisc. Vedo di smanettare fra i tutorial di Aruba. Grazie!

  3. Spesso le due categorie si mischiano e si compenetrano, e gli antivax credono alle scie chimiche, ai complotti e alla terra piatta.

  4. L’ultima riga va al nocciolo della questione. Peccato che quella gente legga solo i titoli!
    Come sempre grazie per le informazioni che ci fornisce.

Rispondi a PL Lopalco Annulla risposta

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.