Sosteniamo l’ingegneria alternativa!

Basta con le lobby del cemento! Basta con questi immensi brico-center dove si spacciano migliaia di attrezzi inutili ed estremamente pericolosi! Il fatto che un ponte debba sostenersi su pilastri di cemento è un inganno a cui ci hanno fatto credere per decenni. Esistono tanti modi alternativi per costruire case e ponti. Sosteniamoli!

Ingegneria omeopatica. L’uso del cemento procura un impatto ambientale gigantesco, è pericoloso (in caso di crolli immaginate a prendere in testa un blocco di cemento) e non garantisce la staticità della struttura (quante case e ponti costruiti in cemento sono crollate senza pietà!). L’ingegneria omeopatica è in continua crescita e nel mondo moltissimi ingegneri adottano questa straordinaria tecnica costruttiva basata sul principio della “memoria della sabbia”. Mescolando alla sabbia una dose bassissima di cemento, agitando la miscela, e ripetendo numerose volte la diluizione SENZA mai aggiungere altro cemento, il prodotto finale – che solo all’apparenza sembra pura sabbia – in realtà ha acquisito le proprietà del cemento. Un amico di mio cugino ha costruito una villetta a due piani con questa tecnica: funziona!

Naturo-ingegneria. Le tecniche costruttive tradizionali, oltre che essere costose sono anche inquinanti e dannose. La naturo-ingegneria riprende le tecniche costruttive naturali utilizzate da tutti gli esseri viventi in natura. Nel Nebraska, con queste tecniche innovative è stato realizzato un ponte di liane in grado di sopportare il traffico pesante e perfino il passaggio di treni. Per ulteriori informazioni visitate lingegnerenaturale.org e provate i nuovissimi prodotti della linea Erba e Luce

Ingegneria tradizionale cinese. Utilizzata da secoli, ha permesso la costruzione di enormi edifici, ponti e lunghissime strade. Largamente utilizzata in tutto il mondo, è stata progressivamente abbandonata proprio in Cina dove, in maniera inspiegabile, hanno preso a costruire grattacieli e ponti in ferrocemento.

Ingegneria ayurvedica. Basata sul principio degli equilibri energetici. Ho visto ponti fluttuare nel vuoto grazie ad un sistema ingegnosissimo di incroci di energia che lo tenevano sollevato, nonostante il passaggio di decine di elefanti. Qualcuno di questi elefanti, ricordo bene, era rosa. Qualcuno sa se è rimasto niente di quei deliziosi funghetti?

Spero che dopo la lettura di questo articolo non siate così stupidi da affidarvi ad un ingegnere tradizionale per fare il progetto della vostra casa. Aprite gli occhi!

About the Author

PL Lopalco
Sono professore di Igiene e Medicina Preventiva presso l'Università di Pisa. Sono un epidemiologo, esperto di politiche vaccinali e medicina basata sulle evidenze. Ho vissuto per 10 anni a Stoccolma dove ho lavorato come responsabile del programma delle malattie prevenibili da vaccini e poi come capo della sezione per la valutazione scientifica nel Centro Europeo per la Prevenzione ed il Controllo delle Malattie (ECDC).

1 Comment on "Sosteniamo l’ingegneria alternativa!"

  1. Oh! Non dimentichiamo che il cemento viene impastato con l’acqua! Ma io dico: avete mai visto il mare, un fiume o anche solo un bicchiere d’acqua??? Vi sembra per caso una roba solida??
    Il colosseo sta lì da 2000 anni, no dico: duemila anni! Infatti lo hanno costruito senz’acqua!
    Avete visto cosa succede al muro quando si infiltra l’acqua? Si sgretola!!!
    Non ci vuole un genio per accorgersi che l’acqua nella malta è un espediente delle multinazionali per farla durare di meno, così ne possono vendere di più!!
    Da oggi non avete più scuse! Da oggi siete informati! Costruite solo con sabbia, niente acqua!!
    Grazie ancora PL Lopalco perché ci tieni informati!!

Leave a comment

Your email address will not be published.


*